I consigli di scrittura di Sara Rattaro

sara-rattaro-gallery-12

Ogni tanto qui nel blog arrivano ospiti speciali e questa è una di quelle volte. Sara Rattaro, vincitrice del Premio Bancarella di quest’anno con Niente è come te, è una delle autrici italiane che amo di più – l’ho già detto in altre occasioni – per la sua capacità di descrivere il quotidiano, i legami familiari, ma soprattutto per la delicatezza con cui il suo sguardo passa sulle debolezze umane, con una discrezione e una pietà così intense che sembra perdonarle nell’istante esatto in cui le mette a fuoco. Ed è anche una donna di una cortesia e disponibilità davvero rare. Qualche tempo fa le chiesi alcuni consigli di scrittura per il gruppo che gestivo all’epoca su Facebook, Verde bianco e rosa, e lei mi regalò le righe che seguono, che mi ha permesso di pubblicare anche nel blog e che valgono un intero corso di scrittura creativa. C’è da fare tesoro di ogni riga. Buona lettura! 

di Sara Rattaro

Ecco i miei consigli di scrittura. Per condurre il lettore nel mondo fittizio bisogna offrire informazioni per tutti e cinque sensi. Non bisogna concentrarsi solo sulla vista. I lettori devono percepire che ha smesso di piovere, devono sentire l’odore del caffè, arrossire per l’imbarazzo, accarezzare il velluto e sentire la musica in sottofondo.

Siate selettivi. Dovete mostrare solo i dettagli giusti, quelli che rendono vivo un luogo. Siate precisi. I dettagli precisi danno l’impressione che i fatti siano accaduti realmente. Siate ladri e collezionisti di parole. Se sapete distinguere i colori, le piante, i modelli delle auto e il sapore delle spezie darete maggiore precisione ai vostri racconti.

Raccontare le emozioni. Se dichiaro di essere arrabbiata perché non ottengo quello che voglio, esprimo un pensiero chiaro alla comprensione ma l’emozione della mia rabbia non arriva a nessuno. Le emozioni sono fisiche, vengono espresse con sensazioni ed azioni e come per tutte le altre descrizioni, devono essere descritte con chiarezza e precisione attraverso i sensi. Ci sono molti modi per descrivere la mia rabbia. Forse faccio fatica a respirare, sono diventata rossa e la mia voce è diventata roca e gutturale oppure si è spezzata in due dal nervoso. Il segreto è quello di far vivere al lettore le stesse emozioni che sta vivendo il vostro protagonista, elencando una serie di dettagli che creino empatia.

Dialogo. Le scene clou si prestano maggiormente a essere raccontate con il dialogo. I dialoghi attirano l’attenzione e spesso è difficile interromperli. I dialoghi efficaci sono difficili da scrivere. Per farli sembrare autentici dobbiamo ascoltare le persone parlare. Usate i termini colloquiali. Ad uno scrittore è vietato usate cliché ma ai personaggi no. A differenza della vita reale un dialogo narrato deve aggiungere qualcosa alla storia e portarla avanti. Arrivate al punto.

La trama. Non ci sono regole su come trovare una storia. Possono scaturire da un personaggio, un nome, una situazione, un dialogo ascoltato per caso, un luogo, un bacio o un sentimento. Probabilmente il posto migliore in cui cercare ispirazione è la propria vita. Pensate al vostro passato, alle cose che volevate, alle cose che avete dimenticato o perso. Non siate troppo egocentrici. Un bravo scrittore deve osservare le cose dall’esterno e intuire quelle nascoste alla vista. Parlate di ciò che conoscete o diventate esperti di ciò che non conoscete ancora.

Se cercate altre informazioni sull’autrice, le trovate sul suo sito, www.sararattaro.it.

Advertisements

12 thoughts on “I consigli di scrittura di Sara Rattaro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...