Chi sono

mg-foto-quarta-regole

Sono nata a Milano, ma vivo e lavoro in Spagna, come traduttrice, in un paesino sul mare. Il mio sogno segreto e impossibile è fare da pendolare fra un paese e l’altro. Ho iniziato a scrivere d’amore quando mi sono accorta di aver trascurato le mie emozioni e ho continuato a farlo perché sono convinta che le emozioni siano la vera forza di una donna. Quando si ama si combatte con il sorriso, e non ci si ferma davanti a niente. Credo che esista un “femminismo rosa”, in cui scrivere e leggere d’amore aiuta le donne a trovare la strada verso la felicità e a liberarsi da quella che io chiamo la Sindrome dello strofinaccio, che ci impedisce di dedicarci a noi stesse senza sensi di colpa.

Femminista per natura, catalana di adozione, scettica per vocazione e sentimentale per necessità. Di tutto un po’. Credo che la mia filosofia di vita sia l’ossimoro, perché non riesco a convincermi di qualcosa senza sentire la necessità immediata del suo opposto.

Ho raccontato le donne così come le conosco in due romanzi: Lezioni di disegno (Fabbri Editori) e Le regole del tè e dell’amore (Tre60).

(Se avete bisogno di contattarmi, potete scrivermi alle pagine Facebook di Roberta Marasco o Rosapercaso. Grazie!)

Annunci

24 risposte a "Chi sono"

  1. Grazie per aver visitato il mio blog, è stata una bellissima sorpresa trovare un commento dell’autrice del libro che avevo postato 🙂 . L’ho finito in tre giorni, è bellissimo!. Complimenti davvero!

    Mi piace

  2. Avrei voluto diventare o meglio, restare, dolce come te ed invece ho preso un’altra strada.
    Che dire… credo tu sia una donna davvero dolce per vederla in questa maniera e penso che ti ammiro in buona parte.
    Bravissima… 🙂
    Te lo dice una donna che non è femminista.

    Mi piace

  3. mi complimento per il Suo blog, scoperto per caso ! Mi piacerebbe invitarLa a “ex libris”, mi scriva pure per dovuti chiarimenti, cordialmente
    r.m.

    Mi piace

  4. Gentile signora Marasco,
    Sono direttrice di una piccola ma vivacissima rivista letteraria in esperanto, ho letto su “Futura” lo stralcio “Noi, donne Twister” e mi piacerebbe avere il suo permesso per tradurlo e pubblicarlo. Non trovando altro modo per contattarla le invio questo messaggio nella speranza che le giunga e che lei sia cosi’ cortese da autorizzarmi la piccola traduzione. Grazie anticipate, radiosa giornata!

    Mi piace

  5. Grazie mille! Credo che per la traduzione serva il permesso di Futura, più che il mio. Provi a sentire loro. Per quanto mi riguarda nessun problema, anzi. Grazie!

    Mi piace

  6. Perdona l’intromissione, ho letto un po’ il tuo blog. Ti definisci femminista, attribuendo alla parola diverse virtù e comodi significati.
    Ma il significato alle parole lo danno i fatti e la storia, non un blogger o un intellettuale.
    Il femmin-ismo é una storia radicale con un confine sfumato verso l’estremismo.
    Ti consiglio varie letture, ad esempio https://www.loccidentale.it/articoli/89144/quel-mondo-senza-maschi-che-speriamo-di-non-vedere-mai
    Spero invece in un futuro senza femministe e maschilisti. L’esistenza delle une é una garanzia di esistenza per gli altri e viceversa.

    Mi piace

  7. Il commento di un lettore, come critica alle tue opinioni, nella pagina “Chi sono” del tuo blog aperto al pubblico, non può essere definito “mansplaining”. Salvo tu non conoscerne pienamente il significato.
    Buon lavoro e buona vita.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.